(AVN) – Venezia, 13 luglio 2020

 

L’assessore regionale all’Agricoltura Giuseppe Pan è in costante contatto con l’agenzia regionale Avepa per il monitoraggio puntuale dei danni subiti dagli agricoltori veneti a causa degli eventi temporaleschi e delle grandinate che hanno colpito tra sabato e domenica alcune aree del Veneto.

 

“Su mia richiesta Avepa ha già attivato i suoi ispettori – dichiara Pan – per effettuare i rilievi in loco, nell’area dei Colli Euganei, dell’Estense e del Monselicense, fino a Solesino e Pozzonovo, nella Marca, dove ad essere particolarmente flagellati da grossi chicchi di grandine sono stati il Montello e Montebelluna,  e nel Veronese, attraversato dalle sponde del Garda alla Bassa da una violenta e improvvisa ondata di maltempo, che ha causato pesanti danni in particolare a San Giovanni Lupatoto, Bovolone e Isola della Scala. Anche alcuni territori del Basso Vicentino, in particolare Lonigo, Orgiano e Sossano, hanno subito ingenti danni a causa del maltempo, che ha scoperchiato tetti, abbattuto pali della luce, squassato vigneti e alberi da frutta. Pioggia, vento e grandine si sono abbattuti con particolare intensità solo su fasce circoscritte del territorio regionale, ma hanno causato danni consistenti, soprattutto a vigneti, frutteti e colture estensive come il mais”.

 

“La Regione, insieme ai primi cittadini dei comuni coinvolti e alle associazioni di categoria – prosegue Pan – sta predisponendo un dossier sui danni infrastrutturali e colturali causati da grandinate e rovesci di questi giorni di luglio in modo da poter disporre di tutti gli elementi per avanzare richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità”.