(AVN) – Venezia, 10 marzo 2020

“Come promesso la Giunta regionale ha dato copertura finanziaria agli impegni assunti con i rappresentanti del mondo ittico e della molluschicoltura del Veneto, e in particolare con il Cogevo e i quattro consorzi polesani”. L’assessore regionale alla pesca, Giuseppe Pan, ringrazia i colleghi di giunta e il vicepresidente Forcolin per aver dato via libera alla variazione del bilancio regionale di previsione che garantisce 600 mila euro alle 163 imprese della pesca del Cogevo e 200 mila euro per le circa quaranta imprese dei quattro consorzi dell’area deltizia del Po.

“Sono risorse importanti, in regime di ‘de minimis’ – sottolinea Pan – che serviranno a dare un sostegno al settore che sta scontando gli effetti negativi delle mareggiate eccezionali del 2018 e del 2019 e dei mancati guadagni causati dal fermo pesca volontario del 2020 nochè della morìa di vongole nelle lagune del Po di Levante e che, ancorchè non risolutive, rappresentano una iniezione di liquidità per consentire la rigenerazione della risorsa ittica”.

“Ancora una volta la Regione – conclude Pan – non solo ha ascoltato e fatto proprie le preoccupazioni di un settore vitale per l’economia del primario in Veneto e per la sua bilancia commerciale, mantenendo un dialogo franco e diretto con gli operatori del settore e le loro rappresentanze, ma è subito intervenuta con risorse concrete per tutelare imprese e lavoratori, salvaguardare e migliorare la gestione delle aree marine vocate all’acquacoltura, con particolare attenzione per le specificità ambientali e produttive delle due lagune di Porto Caleri e di Marinetta, sul Po di Levante”.